Web 2.0 è una nuova visione di Internet

Il Web 2.0 è una nuova visione di Internet che da qualche anno ha cominciato ad influenzare il modo di lavorare ed interagire con le informazioni in Rete.

L’espressione “Web 2.0” venne usata per la prima volta durante una conferenza: Dale Dougherty, pioniere del web e Vice Presidente di O’Reilly, fece notare che la Rete era più importante che mai, con nuove interessanti applicazioni e siti che nascevano con sorprendente regolarità.

L’aforisma “Web 1.0 was commerce,Web 2.0 is people“( Web 1.0 era commercio, Web2.0 è la gente)  di Ross Mayfield sottolinea l’evoluzione del modo di pensare il web.

Con blog, forum, social network, “i mercati sono sempre più conversazioni” per citare la prima e forse la più celebre tesi del “testo sacro” della comunicazione che è Cluetrain Manifesto. Questo significa che le aziende devono essere pronte e disponibili a mettersi in ascolto e dialogare con i propri utenti/clienti, senza fare affidamento sulle sole pubbliche relazioni di tipo tradizionale e monodirezionale. Per un’azienda è infatti fondamentale accrescere la notorietà del brand insieme ad una buona reputazione.
Il segreto, quindi, è quello di coinvolgere direttamente i potenziali e reali clienti sfruttando le potenzialità di quel mezzo interattivo per eccellenzache è il Web.

Ogni utente è un User Generated Content (UGC): non più solo consumatore ed utilizzatore passivo, ma vero e proprio partecipante ed autore attivo di contenuti, messi a disposizione di chiunque si affacci ad Internet. Il concetto di UGC evoca il modo in cui si producono e condividono idee online, facendo comunità e, in alcuni casi, facendo impresa.

Web 2.0 è anche sinonimo di network relazionale: la popolarità di un sito web o di un blog non è determinata solamente dal budget pubblicitario on line e off line stabilito da un’azienda. Se un sito web fornisce dei contenuti di qualità e di un certo interesse, suscita immediatamente la reazione positiva degli utenti (effetto “passaparola”).

Web 2.0, per le net-companies, significa un diverso modo di approcciare la Rete. Esserci, in questo secondo capitolo della storia di Internet, per l’azienda,significa basare il modello di business più su un servizio intangibile, che sulla sola vendita di prodotti. Vuol dire incoraggiare i contributi degli utenti, rendendo il sito web il più interattivo possibile, mediante recensioni e commenti.

La chiave per comprendere il Web 2.0 è quindi l’utente che desidera assolutamente dire la sua, la novità più interessante sarà quindi la centralità dei servizi curati e offerti all’utente.

Le persone vogliono partecipare… ed esprimere se stessi.

Informazioni su redazione

www.gargano.it

Pubblicato il febbraio 1, 2010, in Comunicazione, Marketing, Marketing non convenzionale con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: