FACEBOOK SPERIMENTA LA COMUNICAZIONE VOIP

Le amicizie, anche nel mondo di Facebook, spesso si evolvono in qualcosa di più: fin dall’inizio s’era capito che quella siglata alcuni mesi fa con Skype fosse un accordo importante e ora se ne intravedono i frutti, in un nuovo servizio di comunicazione VoIP che il social network sta lanciando a titolo sperimentale.

L’integrazione fra il popolare sistema di comunicazione su Internet e il celeberrimo social network si manifesta – solo per gli utenti che partecipano al test – con il pulsante call (chiama), che compare da alcuni giorni tra le feature disponibili per i profili degli amici che si trovano online, esattamente come per la funzione chat.


In corrispondenza del profilo degli amici online, Facebook ha aggiunto il punsante chiama (call), disponibile a titolo sperimentale per alcuni utenti (Click per ingrandire)

Per il momento, la sinergia tra le due piattaforme è visibile sulle ultime versioni del client Skype, che tra le varie funzionalità consente di aggiungere gli amici di Facebook alla lista dei contatti. La sperimentazione che ora è in corso nel social network è, in pratica, l’altra faccia della medaglia, ma con qualcosa in più: non è semplicemente l’inserimento della rubrica di Skype nell’interfaccia del profilo, bensì l’estensione delle funzionalità VoIP agli iscritti di Facebook, che non devono necessariamente avere un account Skype.

Considerando la disponibilità di applicazioni per smartphone, sia per Skype che per Facebook, appare evidente che in questo modo le due piattaforme abbiano una possibilità in più per allargare il proprio bacino di utenza al mondo degli utenti di telefonia mobile.

I servizi offerti dal social network sono sempre stati sostanzialmente illimitati e questo dovrebbe valere anche per la nuova funzione di conversazione che, per intenderci, dovrebbe essere offerta senza quei limiti geografici e temporali che caratterizzano l’analogo servizio messo a disposizione da Twitter (disponibile solo negli States, per pochi minuti di conversazione al giorno). E questa novità potrebbe rappresentare un grattacapo in più per le compagnie telefoniche, che non vedono mai di buon occhio il trasferimento del traffico voce su Internet.

Facebook è pur sempre uno dei nomi più utilizzati per motivare il pubblico a sottoscrivere piani tariffari dedicati ai dati e alla connettività Internet. Nel momento in cui un operatore, per salvaguardare i propri interessi sul traffico voce, intendesse ostacolare l’utilizzo di una o più funzionalità di Facebook, correrebbe il rischio di perdere anche una fetta di traffico dati e “cederla” suo malgrado ad un’altra compagnia che potrebbe aver pensato ad una partnership commerciale con il social network, sull’onda degli accordi già siglati con i carrier per il lancio di una app destinata ai telefonini basic, ossia quelli che non rientrano nel segmento degli smartphone.

L’interesse di Facebook per questo mercato è sempre più evidente e rende sempre più veritiere le voci di uno smartphone che il gruppo guidato da Mark Zuckerberg e soci starebbe sviluppando in partnership con HTC. Voci continuamente smentite, ma che non escludono che qualcosa effettivamente stia bollendo in pentola. E il fatto che questo apparecchio potrebbe semplicemente non chiamarsi Facebook-phone è piuttosto irrilevante.

Fonte The New Blog Times

Informazioni su redazione

www.gargano.it

Pubblicato il gennaio 31, 2011 su Comunicazione, Nuovi Media. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: