Archivi Blog

IL MONDO SOCIAL SECONDO NIELSEN

Facebook stravince, esplode il mobile e i social network dominano sempre di più il mondo del web.  È questo quanto emerge dall’aggiornamento del Social Media Report di Nielsen, azienda americana, con sedi in oltre 100 paesi, specializzata in ricerche ed analisi di mercato. Lo studio, andando ad analizzare il mercato web americano e, marginalmente  quello di altri paesi, dimostra come i social network siano, senza ombra di dubbio, i servizi più utilizzati  dagli utenti di internet, con una sempre più crescente influenza sui comportamenti dei consumatori.

Proviamo a vedere più nel dettaglio i risultati della ricerca:

del tempo che gli utenti americani passano sul web il 22,5% è dedicato alla visita a social network e blog, molto più che ai giochi on line, alle e-mail, ai servizi di messaggistica istantanea o alle ricerche sui portali;

sono le donne tra i 18 e i 34 anni ad utilizzare maggiormente i servizi social. Gli ultratrentenni sono più attivi degli adolescenti, e prevalgono gli utenti con il livello d’istruzione più alto;

è Facebook il “re” dei social: soltanto nel maggio 2011,ì gli utenti  statunitensi ci hanno passato 53 miliardi di minuti: ad utilizzarlo sono maggiormente le donne (il 63% degli iscritti). Gli uomini invece sono più attivi su Linkedin e sui portali Wiki. Cresce Tumbrl, servizio a metà tra il blog e il social network, che triplica i suoi iscritti.

spopola invece il social networking attraverso i dispositivi mobile: il 40% degli utenti social media accede ai servizi tramite smartphone o tablet; sorprende scoprire che i maggiori utilizzatori dei servizi mobile siano gli ultacinquantenni;

i social network influenzano sempre più i consumi: il 70% degli utenti attivi è solito acquistare on line, il 12% in più rispetto ai classici utenti di internet;

dall’analisi negli altri paesi i dati vengono sostanzialmente confermati : in Italia il 31% del tempo di permanenza sul web è dedicato ai social network e ai blog.

Insomma, appare chiaro, per chi non ne fosse ancora convinto, che il mondo del web  stia diventando ogni giorno sempre più social: entrare nelle reti sociali e parteciparne ai processi diventa fondamentale per chiunque voglia stare sul mercato e intercettare i bisogni degli utenti.

TORNA A MILANO LA SOCIAL MEDIA WEEK

Manca ormai poco: dal 19 al 23 settembre, a Milano si terrà la Social Media Week.

Dopo il successo dell’edizione romana di febbraio, a cui Asernet è stata presente con un suo workshop, torna quindi in Italia, e a Milano per il secondo anno consecutivo, la kermesse mondiale, creata da Toby Daniels a New York del 2009, dedicata alla rete e alle sue infinite applicazioni.

L’evento, che si svolgerà in contemporanea in 20 città del mondo, da Beirut a Vancouver,  vuole avvicinare enti pubblici, aziende e cittadini al web, facendoli incontrare con esperti che  li aiuteranno a capire meglio come funzionano internet e i social network e quanto questi strumenti possano costituire un vero e proprio modello di business.

Nei sui cinque giorni milanesi la Social Media Week , che si svolgerà in contemporanea con l’e-festival (dedicato anch’esso al mondo del web) e lo Start up festival (occasione di incontro tra realtà sturt up ed eventuali investitori e partner),  ospiterà 130 eventi, con oltre 250 relatori italiani e stranieri; si stima che agli incontri parteciperanno circa 40.000 persone.

È possibile conoscere il programma ed iscriversi agli eventi visitando il sito ufficiale della Social Media Week.

ANCHE IL PAPA SI APRE AI NUOVI MEDIA

Una valutazione più che positiva dei social network e delle nuove tecnologie è stata data dal Papa Benedetto XVI nel suo messaggio diffuso in occasione della XLV Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, che si celebrerà il 5 giugno.

Nel testo il Pontefice ne sottolinea infatti le grandi potenzialità, grazie alle quali “sta nascendo un nuovo modo di apprendere e di pensare, con inedite opportunità di stabilire relazioni e di costruire comunione. Si prospettano traguardi fino a qualche tempo fa impensabili, che suscitano stupore per le possibilità offerte dai nuovi mezzi”.

Benedetto XVI si rivolge quindi ai giovani, che si aprono con entusiasmo e curiosità alle nuove esperienze della vita”. Il Papa chiede loro di riflettere sulla propria presenza all’interno dei social network, ricordando quanto “anche nell’era digitale, ciascuno è posto di fronte alla necessità di essere persona autentica e riflessiva”.

“Siate autentici anche su Facebook”

“La presenza in questi spazi virtuali – prosegue Benedetto XVI – può essere il segno di una ricerca autentica di incontro personale con l’altro se si fa attenzione ad evitarne i pericoli, quali il rifugiarsi in una sorta di mondo parallelo, o l’eccessiva esposizione al mondo virtuale. Nella ricerca di condivisione, di “amicizie”, ci si trova di fronte alla sfida dell’essere autentici, fedeli a se stessi, senza cedere all’illusione di costruire artificialmente il proprio “profilo” pubblico.”

Corriamo il rischio di dimenticarci degli amici “reali”?

“Le nuove tecnologie permettono alle persone di incontrarsi oltre i confini dello spazio e delle stesse culture, inaugurando così un intero nuovo mondo di potenziali amicizie.” Per questo occorre secondo il Papa “una maggiore attenzione e una presa di coscienza rispetto ai possibili rischi. Chi è il mio “prossimo” in questo nuovo mondo? Esiste il pericolo di essere meno presenti verso chi incontriamo nella nostra vita quotidiana ordinaria? Esiste il rischio di essere più distratti, perché la nostra attenzione è frammentata e assorta in un mondo “differente” rispetto a quello in cui viviamo? Abbiamo tempo di riflettere criticamente sulle nostre scelte e di alimentare rapporti umani che siano veramente profondi e duraturi?

E’ importante ricordare sempre che il contatto virtuale non può e non deve sostituire il contatto umano diretto con le persone a tutti i livelli della nostra vita.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: